S. Mazzamuto

Torino 14 -15 Giugno 2019

III Congresso Nazionale SIPFo
Le Psicoterapie Forensi: Autori, Vittime e Istituzioni

Alle radici della violenza: una ricerca funzionale in adolescenza


L’interesse a sviluppare il presente lavoro di ricerca nasce dall’osservazione del fenomeno a cui da molti anni si sta assistendo e che riguarda un rapido aumento della criminalità minorile; il crimine è considerato per eccellenza il prototipo della devianza, ossia quell’insieme di comportamenti che violano le norme vigenti in un determinato contesto sociale e storico. La ricerca è stata effettuata su un campione “normativo” costituito da alunni della scuola superiore un campione “non normativo” costituito da utenti di due Comunità penali minorili della provincia di Catania. Gli obiettivi del presente lavoro di ricerca intendono valutare il tipo di legame esistente tra concetti di Violenza e Aggressione negli adolescenti normativi e non normativi.
I risultati della ricerca sembrano confermare la lettura del fenomeno violenza/devianza del Modello Funzionale.
Si è proceduto alla somministrazione del Questionario sulle Radici della Violenza, un questionario autodescrittivo messo a punto dal Prof. L. Rispoli e dalla Dott. ssa T. Sorrentino (2005 – 2010).

L’ alterazione nelle EBS della Forza, della Tenerezza, dell’Amore, fa evincere come la violenza non correli direttamente con la Rabbia, la quale risulta non del tutto alterata nel campione non normativo, ma indicativamente alterata nel campione normativo: ciò sta ad indicare come la violenza sia molto più legata alla difficoltà di entrare in relazione e in empatia con l’altro piuttosto che ad un istinto innato, retaggio di un pensiero comune. Inoltre, dall’analisi dei dati emersi nei tre campioni si evince un dato molto importante e cioè che i minori seguiti in un percorso di sostegno psicologico mostrano delle potenzialità di recupero rispetto alle tematiche della violenza e della devianza, sottolineando così l’importanza del valore rieducativo della pena carceraria, non solo come dettato normativo della legge, ma come un effettivo intervento positivo nel cambiamento.

Autori:
Dr.ssa Salvina Mazzamuto psicologa psicoterapeuta, criminologa