Verbale 3 del 22.06.2018 Catania

VERBALE III – COMITATO ESECUTIVO

Societa’ Italiana di Psicoterapia Forense.

Catania 22.6.2018
Presenti: Carabellese F., Caretti V., Marchetti C., Spadaro F., Welldon E.
Assenti: Calogero A., Ferracuti S., Giannini A.
La riunione inizia alle ore 12.30.
Viene nominato un segretario nella persona di Caterina Marchetti che redige il verbale.
Viene invitato come ospite il dr Franco Scarpa che partecipa alla riunione.
Si procede come da Ordine del Giorno:
1. Relazione consuntiva del Presidente sui primi due anni di vita della SIPFo
2 Relazione del Tesoriere
3. Linee di sviluppo societario
4. Organizzazione prossimo congresso di Torino
5.Rapporti con l’Associazione Internazionale per la Psicoterapia Forense
Punto 1 dell’OdG:
Nella relazione consuntiva, il Presidente mette in evidenza i progressi fatti, l’ottimo debutto in campo internazionale della SIPFo al Congresso Internazionale della Int. Assoc. for Forensic Psychotherapy con un proprio panel sulla esperienza italiana, la crescita societaria, le necessità di andare oltre e radicarsi maggiormente sul territorio e coinvolgere maggiormente i soci a partecipare alla vita della società.
Punto 2 dell’OdG:
Relazione del Tesoriere Carabellese che, in attesa delle spese previste per il Convegno, rileva in cassa un attivo di circa 9.000 euro.
Punto 3 dell’OdG:
Caretti sottolinea l’importanza di un accreditamento presso il Ministero della Cultura della SIPFo, fattore essenziale per un riconoscimento a livello nazionale.
Spadaro, d’accordo con l’importanza, sottolinea che la domanda di accreditamento è stata presentata in tempo utile l’anno passato, ma andrebbe seguito l’iter presso il Ministero.
Caretti sottolinea, altresì, che questo è un passo fondamentale, perché la SIPFO deve proporsi come un società riconosciuta di ricerca, validazione e diffusione di protocolli psicodiagnostici che possano essere estesi e applicati a livello nazionale.
Si concorda con la necessità di attivarsi presso il Ministero della Cultura.
Welldon sottolinea l’importanza del coinvolgimento di altre figure professionali, esponenti della società civile, giudici , magistrati come altri attori del campo forense, servizio sociale, guardie penitenziarie e forze dell’ordine.
Marchetti afferma l’importanza di tale coinvolgimento.
Spadaro reputa importante instaurare rapporti di collaborazione con le altre società scientifiche che operano in campi analoghi.
Carabellese conferma la disponibilità della Società Italiana di Criminologia.
Spadaro propone per l’approvazione del CE due corsi di formazione uno, in ambito penale,organizzato da un ente privato di formazione “La Civita” per tre Comunità Terapeutiche della Provincia di Catania, in cui alla SIPFo viene chiesto il coordinamento scientifico, e l’altro, in ambito civile promosso dalla SIPFo, nella persona di una socia, ma coinvolgente i soci SIPFo, in ambito civile.
Scarpa interviene per sottolineare che i corsi possono costituire anche un modo di far conoscere la SIPFo e collegarla come suggerito da Welldon e Marchetti ad altri attori della società civile.
I Corsi vengono approvati.
Il CE, nel suo complesso, è d’accordo a promuovere attività a carattere regionale e locale.
Appare, a questo proposito, necessario individuare dei referenti nelle varie ragioni che raccolgano intorno a sé gruppi di colleghi entusiasti al fine di creare attività di ricerca e sviluppo clinico.
Il CE rileva, con rammarico, la prolungata assenza alla vita societaria, di alcuni soci all’interno del CE. Assenza giustificata dall’importanza degli incarichi che rivestono nella loro professione. Pertanto suggerisce che questi soci convergano in un apposito comitato, Comitato scientifico, creato per l’occasione dove con maggiore comodità potranno fornire la loro preziosa consulenza.
Punto 4 dell’OdG:
L’ organizzazione del prossimo III Convegno SIPFo, sulla base del CE dello scorso anno, viene demandato a Torino e viene incaricata all’uopo la dr.ssa Marchetti, che accetta.
Viene discusso il titolo che viene, per il momento, individuato in in attesa del prossimo CE di Settembre, in: “Valutazione, prevenzione e cura nel campo della psicoterapia. L’approccio multidisciplinare”.
Punto 5 dell’OdG:
Vengono discussi i rapporti con l’Associazione Internazionale per la Psicoterapia Forense. Si conviene che questi rapporti devono essere improntati alla massima collaborazione e i membri di questo CE presenti nel Board internazionale (Marchetti Spadaro e Welldon) si faranno portavoce della proposta di instaurare una collaborazione tramite la presenza nel Board internazionale di un rappresentante SIPFo.
Il CE si chiude alle ore 13.30.
Letto e approvato.
Il Segretario Il Presidente
Dr.ssa Caterina Marchetti Dr. Francesco Spadaro